Radio2 RADIO2 LIVE

Schif Parade

I cibi che creano dipendenza

Colore di sale

Gli scarti da non scartare

Fava tonka

La fava tonka è originaria dal Sudamerica (Amazzonia).

Quella che chiamiamo fava tonka è il seme, chiamato cumaru, di una pianta nota come Dypterix odorata, una leguminosa gigante (raggiunge i 25 metri di altezza e 1 metro di diametro. Ha foglie grandi alternate e fiori rosa-violetti

La raccolta dei frutti avviene una volta l’anno: assomigliano a una sorta di piccoli mango. Questi vanno fatti essiccare per circa 12 mesi, al loro interno si trovano uno o due semi di fava lunghi circa 3 o 4 centimetri.

I semi acquistano con l’essiccazione una gamma di aromi incredibile

La ragione sta tutta nella presenza della cumarina un composto aromatico

La pianta arriva in Europa dalla Guyana a fine ‘700 grazie ai Francesi, che ne avviano la coltivazione e la impiegano in profumeria, soprattutto per profumi sia maschili che femminili (tutt’oggi)

In passato le fave Tonka erano usate nel tabacco da pipa poiché ne addolcivano l’aroma.

Profumo: note di vaniglia e mandorla, tabacco, fieno, erba e spezie come cannella e chiodi di garofano

Sapore: Ha un'anima dolce ma speziata che in bocca si traduce in un sapore mandorlato con tocchi di caramello.

Come si usa? Grattugiata e aggiunta all’ultimo momento per non farle perdere l'aroma.

Utilizzo: Si usa soprattutto nei dolci, nelle creme o abbinata al cioccolato. Ma anche nei piatti salati si può utilizzare: è ottima per aromatizzare pani o aggiunta a vellutate di verdura (cavolfiore zucca o carota), a un cous cous speziato, o uno stufato di carne rossa la fava tonka può dare grandi soddisfazioni.

Negli Stati Uniti la fava tonka è vietata Perché contiene cumarina, una sostanza che usata in grandi quantità  diventa tossica e ha effetti sedativi e calmanti.

Ma quali sono esattamente le quantità a cui diventa pericoloso mangiarla? Circa 30 fave. Insomma, ci sentiamo abbastanza tranquilli a usarla in cucina


Curiosità:

In Sud America, loro luogo d’origine, sono considerate un portafortuna. In Guyana, secondo un’antichissima usanza, per fare un voto occorrerebbe tenere in una mano una fava di Tonka e nell’altra un serpente morto. Perché il desiderio si realizzi occorre poi gettare il seme in un corso d’acqua e il serpente deve essere avvolto sul ramo più alto di un albero della spezia.

Proprio dalla conoscenza della cumarina  fu sviluppata una nuova famiglia di profumi (Fougere) che hanno avuto un grandissimo successo negli ultimi cinquanta anni. Sono le fragranze ottenute unendo elementi come la lavanda, vari tipi di legni, muschi, bergamotto, cumarina ecc. Hanno un odore fresco ed amarognolo, e sono principalmente compresi in questa famiglia profumi maschili.

Rai.it

Siti Rai online: 847